Pietro Gatti il Poeta di Ceglie Messapica.

…e della sua terra rossa

inutile nostalgia

Troppo spesso i discorsi degli adulti iniziano con “ai miei tempi”; sembra che vogliano trasmettere la loro esperienza invece quasi sempre è solo inutile nostalgia.

Quann’er na vota
Mi ni scev for,
Bastav pi mi fa batt ‘u cor.
Quann chiuvev stav a lot,
Ne fascev niend,
Pur ca battevn li diend,
Rumanev cuntend.
Ma mu ca shtoc lundan,
Pur ca batt li man,
Figghjm, ne ni voln sapn.
Lor ce ni pon sapi’,
Com mi send ji?
Sin u dic a lor: Quant i bell Cegghje!
Ma a qua lor si sentn megghje.

di Giacomo Nigro

Ceglie Messapica e la sua campagna

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: