Pietro Gatti il Poeta di Ceglie Messapica.

…e della sua terra rossa

Dialetto di Ceglie Messapica

Non può che farmi piacere, il trovare tracce del “nostro poeta” on line.

POESIA E DIALETTI

PIETRO GATTI
A terra meie

’A terra mea bbone,
come se dîsce alle muerte de case,
c’angore vìvene atturne:
le rape forte i ambunne
d’a gramégne, ca na ppué’ scappà tutte sane,
scapuzzate a fatijë, i ppo sobbe alle mascêre
d’appeccià u tiembe de fiche,
’a sera tarde, i sckattarizze de cardune
i vambë sembe cchiù jerte a serpiendë de fueche
i jùcchele i zumbë de le peccinne,
ca u core te rite chjine de priêsce
scurdànnese pe nnu picche.
– Le fafarazze none, p’a cuscîne –.

View original post 1.535 altre parole

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: